• +39.347.306.86.13
  • leodimpo@hotmail.com

Palombari della Marina Militare e Fias, un’importante novità dal mondo civile

Palombari della Marina Militare e Fias, un’importante novità dal mondo civile

Si è svolta presso la base del Raggruppamento Subacquei e Incursori “Teseo Tesei” di Le Grazie (SP), la rituale cerimonia di conferimento del brevetto ai neo-palombari della Marina Militare.
Nell’occasione, per la prima volta dalla costituzione della categoria, tale brevetto – sino a oggi valido solo per il mondo militare – varrà anche nell’ambito delle attività sportivo-ricreative.
È un ambizioso traguardo perseguito con impegno e dedizione dal sottoscritto! Che per tutto l’anno ha svolto il delicato ruolo di “far combaciare” le necessità della Marina Militare con gli aspetti della didattica ricreativa e che ha visto alla fine la stesura di un protocollo con la FIAS, la Federazione Italiana delle Attività Subacquee, presente sul territorio da 45 anni e che diventa quindi da oggi la prima didattica al mondo a riconoscere l’alta formazione dei nostri palombari.
È finalmente l’abbattimento di una pregiudiziale  per certi versi incredibile: la formazione a 360° che ricevono questi ragazzi durante tutti i mesi di corso non permetteva loro di immergersi al di fuori delle immersioni di lavoro. Cosa che non avveniva per altri corpi specialistici di altri Paesi che hanno un iter formativo anche minore rispetto a quello dei nostri palombari. Questa convenzione inoltre non si limita ai soli palombari ma si estende anche agli incursori.
Anche a loro, infatti, verrà riconosciuto il brevetto per le immersioni ricreative.
Una “bonifica” che – giova sottolinearlo – riguarderà anche tutto il personale in servizio.

Share Button

Related posts:

admin